04 giugno 2008

Rio de Janeiro, le Olimpiadi e la Coppa del Mondo


Il Comitato Olimpico ha annunciato le quattro città candidate a ospitare le Olimpiadi del 2016: Madrid, Chicago, Tokio e Rio de Janeiro. Il risultato finale sarà annunciato il prossimo anno, anche se le probabilità che i giochi siano ospitati dalla città carioca mi paiono francamente molto esili.
Tuttavia, è significativo che sia riuscita a superare la prima selezione; a ciò ha sicuramente contribuito il buono svolgimento dei giochi Panamericani dello scorso anno.
Ricordiamo anche che il Brasile ospiterà la Coppa del Mondo di calcio nel 2014.
Come ogni cosa, ci sono pro e contro. Il paese non ha ancora risolto i suoi problemi relativamente alla povertà, all'istruzione, alla sanità pubblica, alla sicurezza, all'equità sociale, alle emergenze ambientali. Ospitare i grandi eventi sportivi internazionali è una priorità? I grandi proventi economici che ne deriveranno potranno beneficiare tutta la popolazione, o resteranno appannaggio dei soliti noti? E la sicurezza? Le forze dell'ordine saranno all'altezza del compito, quando le città saranno invase da turisti e tifosi? Quale quota del magna-magna finirà nelle tasche della criminalità locale più o meno organizzata?
Io sono ottimista. Voglio credere che il Brasile riuscirà a rispondere positivamente alla sfida dei mondiali FIFA del 2014 e che prima o poi potrà ospitare anche le competizioni olimpiche.
Il Brasile è un grande paese, con un grande popolo. Merita di farcela.

(Nella foto: il monumento di Juscelino Kubitschek a Brasilia, vestito con la maglietta della Seleção in occasione dell'annuncio della FIFA - Brasil 2014)

1 commento:

Cris ha detto...

Ciao Mafalda

Sono brasiliana e abito a Firenze. Sono d'accordo con tutto che ha detto in questo post.

Cumplimenti per il blog !

Un bacio !